martedì 27 agosto 2013

Recensione :) E vado in vacanza!!

Copertina del libro La barca senza porto





Titolo: La barca senza porto
Autore: Lara Kant
Pagine: 102
Prezzo: 10 euro


“...Ad un tratto lo vidi arrivare con la sua grande auto; scesi di corsa <Buongiorno…> lo salutai aprendo lo sportello con impeto. mi rispose guardandomi appena. tagliò corto. Mi scrutava furtivo… le sue mani tremavano. Passò davanti alla scuola ma non si fermò. <L’abbiamo già passata!> lo avvertii pensando si fosse distratto. Lui non mi rispose; continuò a guidare, come assorto. I tratti del suo viso si erano irrigiditi. In quell’istante mi sentii inerme, prigioniera di uno strano disagio e rimasi in silenzio… Ad un tratto bloccò l’auto davanti ad una cascina abbandonata, in mezzo a scarni filari. <Scendi!> mi ordinò afferrandomi per un braccio. Erano giorni che pioveva e le mie scarpe affondavano nel terreno bagnato. Provai una grande malinconia. La sua mano era viscida, sudata… sentivo l’odore forte della sua pelle...”

Dopo il diploma di Liceo Classico, Lara si iscrive alla Facoltà di Psicologia dell' Università la "Sapienza" di Roma dove è prossima a laurearsi. Indipendente,curiosa e ribelle presto sente però il bisogno di allontanarsi dal suo Paese, corrotto e con ideali sempre più insulsi, per intraprendere viaggi lontani e spesso senza meta alla ricerca di un senso della vita. In uno di questi viaggi, Lara troverà un'anima persa come la sua da cui trarrà l'ispirazione per questo romanzo. Sempre attenta alle vicende umane, il suo obbiettivo è continuare a raccogliere le confidenze delle anime che incontra durante il suo cammino per dare ancora una volta voce e considerazione alle sofferenze umane. Prossimamente verrà pubblicato anche un romanzo autobiografico dell'autrice in cui la stessa affronterà, con il coraggio e l'estrema sincerità che la contraddistingue, temi di vita vissuta in cui ognuno si ritroverà nella sua parte più profonda.



LA MIA RECENSIONE


Ho letto 'La barca senza porto' tutto d'un fiato. La storia racconta lo stupro di una tredicenne da parte di un uomo, costui sarebbe il padre di una sua amica.

Personalmente mi piacciono i libri in cui vengono trattate tematiche delicate, e questo è sicuramente uno di quelli.

Emma, italiana, è la protagonista del racconto che si snoda nella voce narrante di Helen, collega inglese della donna. Il romanzo si apre con una breve descrizione che Helen fa di Emma, dei suoi atteggiamenti, e del modo in cui si sono conosciute. Quest'ultima, un giorno, confida ad Helen che la sua 'tragedia' ebbe inizio dopo aver subito una violenza sessuale dal padre di una sua amica.
Mi ha colpito molto lo stile con il quale Lara Kant è riuscita a scrivere, è stata scorrevole chiara ed esaustiva in questa storia drammatica, a tratti cruda.

Mi è piaciuto davvero tanto. Consigliatissimo ;)





VADO IN VACANZAAAAAA, FINALMENTE.



Tiro un sospiro di sollievo, niente panico.
Il 30 agosto (venerdì) vado nel Salento, in un resort, per una settimana, insieme ai miei genitori. Mi godrò quel poco relax prima di bruciare all'inferno. Il tredici settembre inizia, infatti e purtroppo, il mio secondo anno al liceo scientifico.

Auguratemi buona fortuna, ne ho bisogno. Ovviamente nel Salento mi porterò tre o quattro  libri da leggere che poi recensirò appena potrò.

Ora voi sssaluto, un bacione.
Vi auguro di fare tante belle letture, ciao ciao:)

5 commenti:

  1. Ciao! :)
    Avevo perso di vista il tuo blog!
    Questo libro proprio non lo conoscevo! Ma mi attira molto!
    Lo leggerò sicuramente!

    Spero ti sia divertita in vacanza! :D

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Mi sono trasferita qui: https://thewayforwonderland.blogspot.com

      Elimina
  3. Buone vacanze! Leggo che vieni dalle mie parti.
    Per quanto il liceo ti possa sembrare brutto, goditi questi anni di scuola, più in avanti li rimpiangerai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Mi sono trasferita qui. https://thewayforwonderland.blogspot.com

      Elimina